Il Contratto Terapeutico

Di seguito sono elencate le procedure che gli ospiti dovranno condividere e sottoscrivere all’ingresso in Struttura.

  • All’ingresso l’ospite è assegnato ad alcune figure di riferimento per tutta la durata del programma. Nei giorni di assenza del terapeuta di riferimento è prevista la presenza di un terapeuta sostituto.
  • È prevista un’alimentazione assistita con 5 pasti al giorno (3 pasti principali e 2 spuntini) per un periodo di 6 settimane o fino al raggiungimento di un IMC pari a 18,5 kg/m2. In seguito è previsto il passaggio ad un’alimentazione non assistita nella quale sarà possibile consumare alcuni pasti al di fuori della struttura.
  • I pasti principali e le merende saranno consumati in un arco temporale definito
  • Durante la consumazione dei pasti gli ospiti s’impegnano a non mettere in atto comportamenti disfunzionali
  • Poiché i momenti successivi ai pasti sono fonte di ansia e rimuginazione, gli ospiti parteciperanno alle attività proposte negli spazi comuni per almeno un’ora.
  • Il peso ed i comportamenti disfunzionali saranno valutati una volta alla settimana.
  • Ciascun ospite effettuerà un incontro settimanale con l’Equipe Interna per discutere l’andamento del trattamento.
  • Durante la settimana sono previsti incontri di gruppo psicoeducazionali, incontri di terapia cognitivo-comportamentale individuali, di gruppo e colloqui clinici effettuati dai membri dell’Equipe Interna. Il trattamento prevede anche il coinvolgimento della famiglia o di altre figure significative.
  • Il rispetto degli orari è parte integrante del trattamento, è indice di motivazione e, al tempo stesso, di rispetto per il programma e per l’Equipe. I terapeuti e gli ospiti s’impegneranno ad iniziare e terminare ogni attività con puntualità. Arrivare con qualche minuto di anticipo consente inoltre di rilassarsi predisponendosi alle attività da svolgere.
  • Parlare di cibo, fare commenti sulla qualità e sulla quantità degli alimenti, del peso e delle forme del corpo è fonte di ansia e preoccupazione per se stessi e per gli altri ospiti. Questi argomenti potranno essere affrontati solo con i membri dell’Equipe interna e con gli operatori di riferimento.
  • Ogni ospite s’impegna a prendersi cura della propria salute e ad evitare comportamenti non salutari.
  • Durante la permanenza non è permesso fare uso di sostanze stupefacenti, alcool o farmaci psicotropi. I farmaci vanno assunti solo sotto il controllo del medico.
  • Il programma delle attività settimanali sarà consegnato agli ospiti; le attività da svolgere fanno parte integrante del trattamento e risultano quindi fondamentali per il recupero psico-fisico dei pazienti.
  • Nell’ultima fase del trattamento è previsto per l’ospite trascorrere una o più giornate con la propria famiglia, facendo ritorno nella propria abitazione o soggiornando nelle vicinanze della struttura.
  • Una relazione terapeutica di fiducia tra Equipe Interna ed ospite è fondamentale per il buon esito del processo terapeutico-riabilitativo. Il trattamento prevede un coinvolgimento attivo e collaborativo di ogni ospite, chiamato a dedicare il massimo impegno nel processo terapeutico.
  • La non aderenza al contratto terapeutico ed il mancato rispetto delle regole di comportamento basilari possono portare alla dimissione.

(Modificato da R.Dalle Grave, 2009)